Ricerca

Lo sviluppo di nuove soluzioni è un punto così centrale nella filosofia di im3D S.p.A., da costituirne addirittura la mission. Per rispettare il suo mandato im3D S.p.A. considera quindi un punto focale del proprio operato un’attività costante e ininterrotta di ricerca e di innovazione. La tecnologia di Imaging 3D è uno degli asset fondanti e le ultime frontiere della ricerca scientifica sono il settore di indagine a cui im3D S.p.A. dedica la maggior parte delle proprie risorse.

im3D S.p.A. finanzia in modo autonomo le proprie strutture di ricerca e – se necessario – garantisce i fondi necessari ad istituti di ricerca esterni, medici e ricercatori. Questo consente una sostanziale libertà da qualsiasi vincolo e la totale autonomia nella scelta degli indirizzi di ricerca più promettenti da sviluppare.
im3D S.p.A. attua partnership strategiche con laboratori e centri di ricerca per gestire progetti di ricerca e sviluppare nuove tecnologie e prodotti.
im3D S.p.A., inoltre, organizza, promuove e finanzia studi di ricerca clinica e di metodiche cliniche.
  • Im3D sviluppa soluzioni innovative per la diagnosi precoce delle più rilevanti patologie tumorali
  • Tutte le soluzioni im3D integrano componenti di intelligenza artificiale (CAD)
  • Dietro ciascun prodotto im3D ci sono anni di ricerca scientifica, clinica e informatica
  • im3D traduce le proprie tecnologie (CAD, teleradiologia, …) in servizi di screening ad alta qualità ed efficienza

CAD BREAST MRI

Lo scopo del progetto CAD-BREAST MRI è quello di realizzare un sistema in grado di aiutare il radiologo nella diagnosi delle lesioni tumorali alla mammella, agevolandolo nella fase di identificazione delle aree di enhancement e nella successiva valutazione del livello di sospetta malignità.
La piattaforma si basa sull'analisi di esami provenienti da sistemi DCE-MRI (Dynamic Contrast Enhanced Magnetic Resonance Imaging).
Le principali linee di ricerca sono:
  • Registrazione tra i frame temporali della sequenza dinamica e con le altre sequenze del protocollo (T2W, DWI, ecc.)
  • Identificazione e segmentazione delle candidate lesioni mammarie
  • Caratterizzazione morfologica e cinetica delle candidate lesione identificate
  • Score di malignità delle lesioni identificate

CAD LUNG

Lo scopo del progetto è quello di realizzare e validare il prototipo di un "Sistema CAD per la diagnosi del cancro al polmone", in grado di elaborare un esame TC-torace, identificare e segnalare un certo numero di regioni sospette e supportare il radiologo nella visione dell'esame e nella composizione del referto. Il sistema prevede una componente hardware, costituita da un computer ad elevate prestazioni, ed una componente software, in grado di ricevere gli esami, elaborarli, generare una lista di "candidati noduli" e presentare il tutto al radiologo per una lettura agevole ed efficiente.
Il progetto persegue i seguenti obiettivi:
  • Identificazione noduli polmonari
  • Valutazione dimensionale noduli
  • Comparazione noduli in follow-up

Marcatori tumorali

Identificazione di nuovi biomarker tumorali da collezioni d’immagini biomediche.
L’attività diagnostica clinica e i programmi di screening per le patologie oncologiche raccolgono enormi quantità d’immagini radiodiagnostiche, che richiedono un impegnativo sforzo dei radiologi per trovare i segni caratteristici del cancro. Gli attuali sistemi di diagnosi assistita dal computer, che alleviano il lavoro del radiologo, sono basati sulla conoscenza a priori di biomarker d’interesse. Molta dell’informazione contenuta nelle immagini resta tuttavia inutilizzata perché se ne ignora il potenziale ruolo. Lo sfruttamento di questo patrimonio d’informazioni potrebbe contribuire significativamente alla prevenzione del cancro.
Scopo del progetto è sviluppare metodi e strumenti per identificare nuovi biomarker tumorali secondo un approccio statistico che, senza formulare ipotesi a priori, studi la correlazione tra parametri estratti dalle immagini e dati clinici ed anamnestici.
L’approccio statistico alla ricerca di nuovi biomarker e la loro estrazione attraverso metodi di analisi ed elaborazione d’immagine introducono un significativo elemento d’innovazione metodologica nella ricerca clinica.

Gastroscopia virtuale

L'endoscopia virtuale è una nuova tecnica in evoluzione che si basa sull’analisi di immagini bidimensionale (2D) e tridimensionali (3D). L’endoscopia virtuale potrebbe dimostrarsi una nuova metodica efficace nella diagnosi in affiancamento le stesse attualmente ottenibili con endoscopia standard o video-endoscopia. La rapida diffusione della tecnologia TC (Tomografia Computerizzata) permette l'acquisizione rapida ed accurata di immagini dello stomaco sano e patologico, compresi lo stato delle stazioni linfonodali e la possibile presenza di localizzazioni secondarie addominali a distanza non valutabili con l'endoscopia.
Il progetto di ricerca denominato “Gatroscopia Virtuale” mira a verificare lo sviluppo e l’applicazione di un sistema CAD (Computer Aided Detection) per la ricostruzione tridimensionale e l’individuazione automatica di lesioni gastriche tramite l’analisi di immagini TC. L’ individuazione automatica di zone sospette patologiche permetterebbe di focalizzare l’attenzione del radiologo all'analisi delle immagini sui tratti di possibile presenza di alterazioni dell'organo cavo, esaltandone i particolari ed aumentando la sensibilità, creando una nuova metodica clinica che ha nei suoi obiettivi un miglioramento della sensibilità e della compliance dei pazienti.

Prodotti rilasciati